Strategia

Prima di progettare un sito web, è fondamentale avere una strategia di web marketing adatta a raggiungere gli obiettivi e compatibile con le risorse (non solo economiche).

Non esiste un’unica strategia vincente.

Siti web in teoria simili possono essere sviluppati seguendo strategie di web marketing differenti. Potrebbero essere i siti web di due o più web agency, ristoranti, fotografi, ecc. Per quanto possano essere simili, uno potrebbe scegliere di usare una strategia SEO per farsi trovare nelle prime posizioni su Google e un altro potrebbe puntare tutto su una strategia “social”, un altro ancora potrebbe scegliere di investire molti soldi in pubblicità a pagamento per evitare di dover occuparsi della SEO o dei social network.

Certo, la cosa ideale sarebbe avere abbastanza risorse per potersi occupare sia della SEO che dei social network, e avere anche un bel budget da investire nelle pubblicità a pagamento (e non solo online). Ovvio, pure troppo. O forse no…

In alcuni casi “fare tutto” potrebbe non essere la scelta più saggia. Ad esempio spesso è un errore aprire 5/6 account o pagine social per essere presenti su tutti i social più o meno importanti se poi non si ha il tempo, la voglia e la capacità di seguirli nel migliore dei modi.

Trovare la strategia migliore

La strategia migliore è quella che ti permette di raggiungere i tuoi obiettivi. Spesso però gli obiettivi non sono chiari come quelli del Risiko, o non è chiaro come raggiungerli.

Bisogna fare molta attenzione ai “falsi obiettivi“.

Il sito web super-mega-stra-fichissimo!

Far vedere quanto è bello esteticamente il tuo nuovo sito web non è un reale e concreto obiettivo, almeno non sempre, anzi quasi mai (lo può essere al massimo se sei un grafico). Semmai può essere l’obiettivo della web agency che te lo realizza.

Più che bello, un sito web deve essere funzionale.

Ad esempio un e-commerce deve servire a vendere più che essere “bello” (con questo non voglio dire che deve essere brutto, più che altro che alcuni elementi possono essere belli da vedere ma dannosi per le vendite).

Più traffico, più vendite (?)

Il traffico web (cioè quante persone visitano il tuo sito) è ovviamente fondamentale per riuscire a vendere. Ma non bisogna perdere di vista il target del tuo sito, o della tua azienda; o – detto in altre parole – non bisogna andare “fuori tema”.

Se non c’è un vero motivo per aggiungere sul tuo sito un articolo su un qualsiasi argomento “acchiappa-click” (sesso, calcio, politica, la notizia del momento di cui tutti parlano su facebook…), i tuoi lettori più affezionati potrebbero rimanere spiazzati, potresti attirare utenti che non c’entrano nulla col tuo target (salvo poi, tra qualche settimana domandarti perché con tutto quel traffico non sono aumentate anche le vendite); e potresti anche perdere qualche posizione su Google. Ne vale davvero la pena?

“Trovare clienti! Vendere! Fatturare!”

Non c’è nulla di male nel voler usare il proprio sito web per guadagnare soldi, soprattutto se è un sito web aziendale, o il sito di un professionista freelance. Ma questo non vuol dire che debba necessariamente essere la prima cosa che un utente nota del sito.

Chiariamoci, non sto parlando di qualche segreto trucco jedi tipo “vendere senza vendere”… sto dicendo che in certi casi magari può essere meglio dare più visibilità al tuo portfolio che al modulo per richiedere un preventivo, oppure può essere meglio ricevere email o telefonate solo da potenziali clienti davvero interessanti ed evitare di perdere tempo con tanti curiosi che non diventeranno mai clienti.

Adattare la strategia alle risorse

Qualsiasi strategia deve tener conto delle risorse a disposizione, e non solo quelle economiche. Bisogna considerare anche gli strumenti a disposizione, i contenuti che si possono utilizzare o creare, e ovviamente le cosidette risorse umane.

Strumenti

Non è una cosa da sottovalutare, ma anche gli strumenti a disposizione possono influenzare la strategia, o come attuarla.

Potresti aver bisogno di un particolare software o di un server, o di una macchina fotografica professionale, o di qualsiasi altra cosa. Bisogna tenerne conto per tempo.

Contenuti

Testi, foto, video, ecc… i contenuti sono fondamentali! E in certi casi è difficile averne a disposizione, o ci vuole molto tempo per realizzarli.

Se vuoi aprire un blog avrai bisogno di tempo per scrivere gli articoli, o avrai bisogno di qualcuno capace di scriverli al posto tuo. È importante anche considerare la difficoltà di scrivere alcuni articoli, in alcuni casi è indispensabile essere molto attenti e competenti per evitare di scrivere sciocchezze.

Non sempre è facile acquisire o scattare le fotografie necessarie. E no, non si può “prendere le foto da Google”. In alcuni casi può sembrare facile, ma poi in realtà non lo è. Trovare sempre la foto giusta ed essere sempre originali a volte è maledettamente complicato.

Per quanto riguarda i video vale lo stesso discorso delle foto, ma bisogna calcolare anche il tempo necessario per realizzare un video, oltre all’attrezzatura hardware e software per girare ed editare il video.

Risorse umane

Qualsiasi strategia non può prescindere dalle persone che poi la metteranno in pratica. Non bisogna sottovalutare questo aspetto.

Se ad esempio si vuole ottimizzare il proprio sito web per il posizionamento su Google è fondamentale che ogni pagina venga scritta da un SEO, o almeno da qualcuno con competenze di SEO-copywriting.

Se un’azienda vuole puntare sui social network, bisogna considerare che per gestire una pagina Facebook (o un account Instagram) è necessario tanto lavoro ogni giorno, non basta svegliarsi la mattina e urlare “BuONGIORNOOO!!!1!” 🙂

Se un e-commerce viene aggiornato dal proprietario o da un commesso di un negozio, è fondamentale che sappia inserire i prodotti in modo corretto senza sottovalutare ogni aspetto.

L.